Qual è la differenza tra un SSD SATA e SSD nVMe) M2? Entrambi hanno velocità simili ma il tipo M2 è molto più costoso.


Risposta 1:

L'interfaccia SATA raggiunge circa 560 MB / s sia che si tratti di cavi M.2, eSATA o normali SATA che corrono verso la scheda madre.

NVMe è un'interfaccia PCIe diretta che sfrutta una larghezza di banda molto maggiore. PCIe 3.0 x2 utilizza due corsie PCIe e raggiunge circa 1950 MB / s, mentre i dispositivi PCIe 3.0 x4 utilizzano quattro corsie e possono supportare trasferimenti fino a 3500+ MB / s.


Risposta 2:

Penso che stai confondendo le cose qui. SATA e M.2 sono tipi di connessioni fisiche a una scheda madre per dispositivi di archiviazione. Le unità connesse SATA utilizzano il protocollo SATA per comunicare con un controller. La memoria connessa tramite il connettore M.2 può utilizzare il protocollo SATA per comunicare con un controller SATA o utilizzare NVMe per interfacciarsi con il computer tramite PCIe.

Le unità che si collegano al computer tramite un controller SATA hanno una larghezza di banda massima di 6 gigabit al secondo quando sono collegate tramite il protocollo SATA III. Questa limitazione della larghezza di banda si applica a tutto lo spazio di archiviazione, sia che si utilizzi uno slot m.2 o un cavo SATA. In pratica, un'unità SATA III è limitata a circa 545 megabyte al secondo della larghezza di banda effettiva. Gli SSD che utilizzano il protocollo SATA III hanno generalmente lo stesso prezzo, indipendentemente dal formato utilizzato dall'unità (SATA o M.2).

Le unità che si collegano al computer tramite un'interfaccia NVMe sono limitate alla larghezza di banda fornita dalle corsie PCIe in uso. Le unità SSD come la serie Samsung 9x0 e la serie 660p di Intel utilizzano fino a 4 corsie di PCIe gen 3 per raggiungere fino a 3,94 gigabyte al secondo di larghezza di banda. In pratica, le unità NVMe raggiungono il massimo a circa 3,7 gigabyte al secondo se il controller SSD è in grado di gestirlo. Le unità NVMe sono in genere circa il doppio del prezzo per gigabyte rispetto agli SSD SATA.

In altre parole, gli SSD SATA III hanno all'incirca lo stesso prezzo sia che utilizzino una connessione SATA o M.2 e siano in grado di ottenere le stesse prestazioni utilizzando entrambe le connessioni. Le unità NVMe utilizzano corsie PCIe per fornire una larghezza di banda e prestazioni molto maggiori rispetto agli SSD SATA III ma sono più costose per gigabyte.


Risposta 3:

SATA è sia una porta che un'interfaccia bus e crea quindi una confusione.

Le unità disco fisso e gli SSD dello stesso fattore di forma si collegano alla porta sata sulla scheda madre che quindi passa attraverso il bus sata alla scheda madre.

Negli ultimi anni ci sono state anche porte M2. A seconda della scheda, la porta M2 può essere collegata al bus SATA O al bus pci-e (di solito corsie x4).

Quindi attualmente ci sono 3 tipi comuni di SSD: 1) SSD simili per dimensioni e forma a un disco rigido da 2,5 ″, e ha una porta sata2) Chip SSD SATA M2 che utilizza il bus SATA3) SSD NVMe M2 Non comuni come hanno usato ma vale la pena notare che ci sono anche schede SSD che vanno nelle porte PCI

Nelle specifiche, un'unità nVMe è molto più veloce di un'unità SATA. SATA raggiunge il massimo a 6 gbps o 750 MBps (8 megabit al secondo = 1 megaByte al secondo). Pci-e X4 (quello che utilizzano le unità NVMe) raggiunge il massimo a 4 GBps. Mentre la percezione umana nel mondo reale può essere marginale tra un Samsung SATA 860 EVO M.2 e un NVMe 960/970 Evo, ma se si eseguono cristalli o altri parametri di riferimento vedrai che l'unità supera bene il massimo del bus SATA.

Un vantaggio laterale notevole che ho notato quando ho ottenuto il mio disco NVMe è quanto sono significativamente più veloci i trasferimenti di file tra SSD e HDD. Questo perché prima erano entrambi sul bus SATA e ora sono separati.